Saturday, June 10, 2006

EMIRATES AIRLINE


Ho avuto modo di viaggiare con la compagnia aerea Emirates.
Aeromobili di ultimissima generazione, personale di bordo efficientissimo - se per efficienza si intende portare qualche drink o indicare le uscite di emergenza con una gestualità che sembra più una danza - , e poltrone accoglienti, ampie e con grande spazio per le gambe che, per tipi alti come me, il particolare non è da sottovalutare.
L'Emitares è la compagnia di bandiera degli Emirati Arabi ai quali, a mio parere, piace esporre il lusso con ampio soddisfacimento del viaggiatore il quale paga i servizi offerti con qualche euro in più di un volo di linea di altre compagnie.
L'uniforme delle hostess è molto sobria, di colore kaki, con un cappellino rosso fuoco ai cui lati è allacciato un piccolo scialle bianco, trasparente, che quelle ragazze stupende indossano pendente sul collo. Le hostess sono per la maggior parte occidentali, bianche, multilingue.
Ma.....appena si atterra in quelle parti, io ho fatto scalo a Dubai, ecco che le hostess tirano un po' più su il velo e quel capo di abbigliamento, prima così simpatico, così civettuolo diventa un maledettissimo velo a cui noi sempre più sembriamo abituarci.
No comment!
:-(

5 comments:

stefano said...

.mi sembra strano la mia ragazza fa la hostess in emirates...e ti posso assicurare che anche in citta' non hanno nessun vincolo sull uso di veli o altro
ciao

alfaomega60 said...

La tua ragazza è hostess presso gli Emirates? Bene! Fatti "assicurare" da lei se può permettersi il comportamento che normalmente conduce in Italia! "Ti posso assicurare" che non è proprio così! Ho conosciuto una hostess la quale aveva un "compagno" libanese. Questi gestiva qualche ristorante a Dubai. La ragazza dopo aver trascorso una lieta serata in compagnia del giovanotto prima di concedarsi da lui l'ha baciato. Soltanto baciato! l'incontro di due labbra e basta! Il "crimine" è avvenuto in macchina ed a poca distanza di una pattuglia di poliziotti del luogo che prontamente sono intervenuti sul luogo "dello scandalo" per procedere alla denuncia della bionda ed italica hostess con conseguente, dice lei ed io ne sono sicuro, allontanamento e licenziamento dalla Compagnia Aerea. Se vuoi ti posso raccontare altri fatti. Veri. reali. Assurdi. E, se mi posso permettere come, di fatti, mi permetto, tu non puoi assicurarmi nulla!
"ciao"
AO60
:-(

alfaomega60 said...

Vuoi sapere come è andata a finire? E' intervenuto Nadim, il giovanotto libanese, il quale si è avvicinato ai gendarmi, in questo caso custodi della morale di Allah, e ha invitato loro e le loro famiglie in uno dei suoi ristoranti ottenendone in cambio la posa di "un velo", è il caso di dirlo, pietoso sul crimine perpetrato dalla fredifraga!
Ciao "assicuratore".
AO60
:-(

hakuna matata said...

Ei man take it eays..non sei il depositario della verità..puoi avere tanta ragione te qnt stefano!..un salutone

Anonymous said...

Verissimo! Ma a mia "ragione" è più razionale di quella di Stefano!
Saluti
AO60